riscaldamento da esterno a gas

Stufe a fungo per riscaldamento esterno: prezzi, noleggio e caratteristiche

Le stufe a fungo, dette anche funghi riscaldanti o termofunghi, sono una delle soluzioni più diffuse per il riscaldamento degli spazi esterni, utilizzate da bar e ristoranti spesso con la formula del noleggio, per alcuni vantaggi che assicurano: bassi consumi, facilità di utilizzo e gestione, ma soprattutto per l'aspetto estetico piacevole ed elegante.

Noleggiare un termofungo consente di riscaldare di ambienti esterni di bar, pub e ristoranti anche di dimensioni comprese tra i 20 ed i 35 metri quadrati, a seconda della potenza garantita dal singolo modello.

La superficie riscaldata, dipende dalla potenza della stufa a fungo , detta anche potenza termica, ed indica il potere o la capacità di riscaldamento , che è quasi sempre regolabile, generalmente mediante una manopola.

Uno dei vantaggi principali delle stufe a fungo con bombola a gas , rispetto a quelle elettriche è che queste ultime richiedono un allaccio per una presa di corrente, limitando quindi le possibilità di posizionamento all'interno del locale. Diversamente invece, le stufe a gas funzionano con una bombola collegata direttamente al dispositivo, che può dunque essere posizionato ovunque si abbia la necessità o lo spazio disponibile.



Richiedi info

Consumi e costi delle stufe a fungo

Le stufe a fungo a gas inoltre, hanno un consumo (e di conseguenza un costo di gestione) molto ridotto rispetto alle loro omologhe elettriche. La diffusione del calore verticale assicura una migliore distribuzione del calore nello spazio circostante rispetto a quella orizzontale.

Dal punto di vista pratico invece le stufe a fungo possono diventare complementi d'arredo importanti se ben proporzionate e ben posizionate rispetto all'ambiente circostante. La stufa a fungo a gas è molto più pesante rispetto a quelle elettriche (perché contiene nella sua base una bombola di gas) e più ingombrante, tuttavia questo difetto può essere considerato un pregio perché conferisce stabilità e fermezza al dispositivo.


Quanto costano le stufe a fungo

I costi dei funghi riscaldanti possono variare molto a seconda della capacità, delle dimensioni e delle funzionalità accessorie. In genere, il costo di una stufa a fungo alimentata con bombola a gas puù variare dai 50,00 euro dei modelli più piccoli ai 750,00 euro circa per i modelli più grandi e accessoriati. Le soluzioni più diffuse si attestano attorno ai 300,00.

La maggior parte degli esercizi commerciali tuttavia, di solito utilizza la forma del noleggio stufe a fungo, con ricariche incluse nel canone, visti gli innumerevoli vantaggi di questa modalità di utilizzo.

Alcuni fornitori, tra cui Eleongas, consentono di noleggiare stufe a fungo per un periodo che può variare da un giorno a sei mesi, con ricariche e manutenzione incluse e garanzia italiana.


Le stufe a fungo sono sicure se si rispettano alcune regole

Tutte le stufe a fungo devono essere provviste di marcatura CE. Quelle a gas devono essere conformi alla direttiva 2009/142/CE e per lo stoccaggio devono rispettare la norma UNI 7131.

Come per tutte le stufe, devi lasciare uno spazio di sicurezza minimo di 50 cm sopra la stufa e di 60 cm intorno. La parte alta della stufa a fungo, il bruciatore o la resistenza, deve essere collocata 2 m sopra il livello del suolo. Tutte queste sono indicazioni generali, ma rispetta in ogni caso anche le prescrizioni del costruttore! Sia le stufe a fungo elettriche che quelle a gas sono dotate di un interruttore di sicurezza in caso di ribaltamento

Per proteggere al meglio la tua stufa a fungo, utilizza un telo di protezione per coprirlo in caso di non utilizzo.